SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
In un solo istante il puro suono può aprire e scuotere l'animo umano.

Giacomo Leopardi

Il massaggio sonoro

img

Non ce la facciamo proprio più del tran tran quotidiano, siamo stanchi, irritabili, insofferenti, abbiamo bisogno di staccare dalle fatiche di tutti i giorni. Allora regaliamoci un massaggio sonoro con le campane tibetane e torneremo a sorridere...!

Se la nostra origine ancestrale è sonora come affermano i Veda cosa ci può essere di meglio che lasciarci vibrare insieme a questi antichi strumenti orientali?

Le campane tibetane provengono principalmente dall'India e dal Nepal, ma se ne trovano anche di giapponesi e tibetane, hanno la forma di ciotole rotonde con un diametro che va dai 5 ai 60 cm circa e sono fatte da una lega di 7 metalli equivalenti ai 7 pianeti conosciuti nell'antichità.

La storia di queste ciotole vibranti è antica e ricca di simbologia, e all'origine c'è sempre l'atavica necessità di mettere in comunicazione cielo e terra, esseri umani e dei.

Siamo esseri vibranti, ma la nostra essenza sonora non sempre riesce ad esprimersi pienamente, l'energia può bloccarsi per molteplici cause, organiche o psichiche, malattie, stress, ansia. Viviamo in una società che ci chiede di essere sempre più performanti e ci impone ritmi di vita che non lasciano spazio alla riflessione su noi stessi e su quello che realmente siamo e vogliamo. Il nostro corpo è una sentinella severa e attenta dei nostri bisogni profondi e dobbiamo imparare ad ascoltarlo. Il massaggio sonoro può ristabilire armonia ed equilibrio attraverso l'incontro delle nostre vibrazioni e le vibrazioni delle ciotole, sciogliendo i blocchi o gli accumuli di energia.

L'ideatore del massaggio sonoro con le campane tibetane è Peter Hess (1941) che sviluppa la tecnica nel 1984 dopo un'esperienza di vita e di ricerca interiore a Bhaktapur in Nepal. Il dr. Hess ha recuperato la millenaria tradizione curativa vedica rielaborandola per l'occidente. La sua tecnica è diffusa in Germania dove è utilizzata nei centri di riabilitazione, di disintossicazione e in svariate branche della medicina. Il soggetto che si sottopone al massaggio è steso, completamente vestito, supino o prono su un lettino, l'operatore, seguendo una sequenza ben precisa, pone su diverse parti del corpo del soggetto le ciotole e le fa vibrare delicatamente.

Il massaggio sonoro grazie al profondo rilassamento che dona è efficace per sciogliere qualsiasi tipo di tensione, combattere l'ansia o lo stress. I benefici che il soggetto riceve dal trattamento possono essere molteplici: un intenso rilassamento, uno stato di calma profonda che scioglie le tensioni corporee e psichiche e i blocchi interiori, è consigliato a chi soffre di disturbi del sonno, ha un effetto benefico sul sistema nervoso centrale, favorisce la concentrazione e la creatività. Il massaggio sonoro è una tecnica olistica che opera contemporaneamente su mente, corpo e spirito, ripristinandone l'armonia e mettendoci in contatto con noi stessi, e solo questo intimo dialogo con il nostro sé profondo può indurre costruttivi e significativi cambiamenti nella nostra vita.

 

_ _

 

_ _

Articoli correlati: