SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Ogni passo avanti nella scienza è partito da un nuovo spunto dell'immaginazione.

John Dewey

Aperivivi per Sound Vitale

L'installazione reattiva all'inquinamento acustico

img

 

Mercoledì 16 febbraio alle ore 18.30 presso la caffetteria Il Gelatauro (via San Vitale 98/b a Bologna) ci sarà il primo degli Aperivivi, gli appuntamenti programmati da Sounday per finanziare l'installazione reattiva Sound Vitale.

 

Via San Vitale è uno dei principali accessi al centro città per le auto. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un progressivo imbruttimento della strada causato non solo dall'aumento di smog e polvere ma anche da un senso di isolamento, conseguenza dell'impossibilità di ascoltare voci umani ad un livello di normale conversazione.

Per questo motivo Sounday ha scelto di sviluppare, proprio su questa via, un piccolo laboratorio sul paesaggio sonoro urbano. "Il nostro intento - dice Ilaria Mancino - è dunque quello di sviluppare un percorso di sensibilizzazione, ascolto e consapevolezza all'ambiente sonoro. Un percorso che coinvolga anzitutto le persone che queste vie e che questa città popolano e rendono VITALE, siano essi residenti, studenti o lavoratori di passaggio, imprenditori commercianti. La tutela del nostro habitat, della nostra salute fisica e mentale dovrebbe essere la priorità nelle scelte della polis".

 

Installazione

img

 

L'installazione Sound Vitale è ideata da Ilaria Mancino e progettata da Fabio Iaci in ambiente di programmazione grafica in tempo reale Pure Data.

In Sound Vitale il suono urbano interagisce con le immagini della via e le corrompe.  "La metafora è semplice - continua Ilaria - ma di effetto. Il rumore non si percepisce in tutta la sua portata, ci si abitua, tuttavia il cervello e i muscoli del corpo continuano a sentirlo e a percepirne gli effetti. In particolare l'amigdala sollecitata dal rumore fragoroso, continua incessantemente a mandare segnali di allarme che causano l'aumento dell'adrenalina. Anche se questi segnali vengono prontamente annullati dalla consapevolezza della mancanza di pericolo imminente, la tensione nervosa, inevitabilmente, aumenta senza che noi ce ne accorgiamo".

Sound Vitale documenta il deflagrante effetto del traffico sulla via. Le immagini del fotografo Kirby Kaufman vengono frantumate ed elaborate in tempo reale  in relazione al rumore urbano raccolto da un microfono. "L'idea - spiega Fabio Iaci - è quella di rappresentare visivamente l'interazione tra il suono e la città, e la capacità del suono di interagire con la struttura urbana. L'interazione suono rumore aiuterà a riflettere maggiormente su quello che, ce ne accorgiamo o no, a livello impercettibile accade a noi stessi e alle nostre case".

L'installazione sarà inaugurata il 10 marzo al civico 39/b di via San Vitale a Bologna. E resterà attiva fino al 31 marzo.

 

Gli appuntamenti

img

 

Proprio a sottolineare la coralità dell'esigenza di uno spazio acustico più aperto e rilassato, in pratica più silenzioso, l'installazione sarà preceduta da alcuni appuntamenti che coinvolgono i cittadini in un "polleggiato" incontro serale durante il quale si ascolteranno soundscape composition e si potranno vedere brevi documentari e video interviste a persone note e meno note della città a cura di Fabio Nardelli. Gli  Aperivivi cioè aperitivi con soundscape, contribuiranno al finanziamento dell'installazione Sound Vitale.

Gli Aperivivi si terranno il 16 febbraio presso Il Gelatauro (via San Vitale, 98 ), il 23 febbraio da Max Café (via San Vitale 82/d), il 2 marzo da Pane e Panelle (via San Vitale, 71 ) e il 9 marzo presso Caffetteria Tuate (via San Vitale, 56). Dalle ore 18,30 alle ore 20,00. Il costo dell'aperitivo contribuirà al finanziamento del progetto. "Più che una formula di contributo - ha detto Gianni Figliomeni de Il Gelatauro - gli aperivivi sono una occasione di adesione ad una riflessione sulle condizioni di vivibilità e al tema dell'inquinamento acustico".

 

L'8 Marzo Sounday aderisce a  Les libellules rendez-vous  (via San Vitale 36/g) l'appuntamento periodico, in occasione del quale questo atelier per bambini, propone nella sua vetrina l'installazione di un artista. In questo mese di marzo è Sidorela, la nostra mascotte, disegnata da Terry Lardino, che va a raccontare della sua ricerca di uno spazio per giocare, cantare, parlare, esprimersi!! Anche noi cerchiamo una città ricca di suoni dove ognuno possa ascoltare i propri passi, il proprio cuore, la voce di chi e' vicino!

 

Articoli correlati: