SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Non si può capire la musica senza capire la società, non si può capire la società senza capirne la musica.

Franco Fabbri

Tapestrea

img

Techniques And Paradigms for Expressive Synthesis, Transformation, and Rendering of Environmental Audio (taps): in una parola Tapestrea.

È un software messo a punto dai ricercatori dell’Università di Princeton (NJ) per l’analisi, la trasformazione e la sintesi di suoni complessi.

Scritto con Chuck, linguaggio di programmazione audio, per le piattaforme Windows, Mac e Linux, Tapestrea permette nuovi metodi di elaborazione sonora e soprattutto la creazione di paesaggi sonori, di durata illimitata, semplicemente combinando elementi da differenti registrazioni.




img

Gli autori del software promettono ottimi risultati su eventi deterministici (suoni formati da sinusoidi o comunque intonati), eventi con transienti facilmente percepibili (suoni percussivi), sfondi a variabile casuale (folla, traffico, rumore), o per l’estrazione di porzioni temporali di zone frequenziali attraverso filtraggi (bandpass) sulla FFT.

Proprio questo fa di Tapestrea un ottimo analizzatore e separatore di spettro con una intuitiva interfaccia grafica.
Il sistema di analisi consente inoltre la ri-sintesi dei files audio attraverso onde sinusoidali con codifica di files (.pp preprocess) contenenti la descrizione di ognuna delle onde sinusoidali che formano il suono complesso.

È possibile successivamente trasformare e adattare i suoni combinando a piacimento le componenti di sfondo, eventi deterministici e transienti per creare nuovi paesaggi sonori che potranno accompagnarvi per minuti, ore, giorni, settimane…
img

Articoli correlati: