SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
La musica scava il cielo!

Charles Baudelaire

Pure clicks with spores

Installazione multicanale di Fabio Iaci a Spore 2012

img

Click, piccolissime porzioni di suono complesso che, come una singola cellula in un organismo, hanno una forma che cambia a seconda della funzione svolta nel momento stesso in cui agisce.

Come componenti secche, espulse da una composizione che vive, piccolissime porzioni di suono si depositano nella coscienza uditiva come spore in attesa di reidratarsi in relazione ad un cambiamento delle condizioni di fruibilità, quindi di vita di questa parte germinale del suono.

Il timbro complesso, articolato delle voci, dei suoni domestici, della musica è andato e lascia click come tracce di attesa e spore pronte a riattivarsi e a fiorire in nuove orecchie secondo strategie di composizione non segnate. Una nuova evoluzione impossibile da programmare, una nuova forma che cambia in relazione al complesso in cui agisce. La microstruttura genera la macrostruttura e ne è al contempo la sintesi.

img

Pure clicks with spores è un installazione audio multicanale realizzata in ambiente di programmazione grafica PureData da Fabio Iaci. L'installazione sarà fruibile durante la terza edizione del festival Spore, dedicato alle produzioni musicali indipendenti. Dal 14 al 17 giugno, dalle 14 in poi, nello  spazio del Lazzaretto Autogestito (via Pietro Fiorini 12 - Bologna).

Articoli correlati: