SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Il rumore è un concetto old fashion, residuo di una modernità in cui velocità e rumore erano tutt'uno.  

Michael Bull

PSO

Public Sound Object

img

Immaginate di poter improvvisare col vostro computer in una "session" assieme ad altre persone sparse in giro per il globo!

Bello no? Ebbene con il Public Sound Object si può fare.

PSO è un progetto sperimentale, sviluppato dal Gruppo di Tecnologie Musicali dell'Università Pompeu Fabra di Barcellona e dal dipartimento di Suono e Immagine dell'Università Cattolica Portoghese, che utilizza un ambiente grafico, tradizionalmente inteso, per la comunicazione e collaborazione via Internet allo scopo di creare eventi sonori, musica e in buona parte visivi.



img

Lo spazio del web non è più vissuto in solitaria o condiviso come al telefono ma con parole digitate freneticamente su una tastiera.

Con PSO una comunità può interagire attraverso il linguaggio dei suoni, incontrarsi per dare vita ad una personale installazione audiovisiva che pur conservando lo spazio fisico in cui si compie per il singolo utente, permettere l'interazione simultanea fornendo le basi per una improvvisazione sonora collettiva tra gli utilizzatori del web.

img

L'interfaccia "Bouncing Ball Java Interface" semplice e funzionale è, come il nome suggerisce, un'applicazione java in cui vengono visualizzate delle palle rimbalzanti contro le pareti di uno spazio virtuale.

I parametri controllano la grandezza delle palle e la loro velocità e traiettoria.

Collegandovi ai seguenti link troverete le pagine ufficiali del proggetto e alcune foto e video esplicativi che vi faranno subito rendere conto delle possibilità e dei limiti del software.

Project Timeline


Articoli correlati: