SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Non c'è mai fine. Ci sono sempre dei suoni nuovi da immaginare, nuovi sentimenti da sperimentare...

John Coltrane

AURICOLI DA RUMORE 2012

CALL FOR PARTICIPATION

LA STORIA DEGLI “AURICOLI”:
15 anni fa, nel 1997, invitammo alcuni amici artisti e designer a contribuire con un loro progetto o
manufatto ad una mostra collettiva intitolata “AURICOLI DA RUMORE”.
Chiedevamo loro di immaginare uno strumento per ripararci dall’eccesso di rumore, o suono, così
come gli occhiali scuri difendono dall’eccesso di luce, uno strumento da indossare, un accessorio al
nostro vestire.
La mostra fu poi realizzata a Firenze, nell’ambito di un festival di musica ed arti sperimentali
INTITOLATO “Incontri Musicanici”.
15 anni dopo vogliamo riprendere quel progetto, pubblicando un nuovo bando di partecipazione, dal
momento che il dibattito sul tema del suono e dell’inquinamento sonoro è ancora attuale, anzi,
senz’altro oggi ancora più seguito e partecipato.
Ecco dunque il nostro nuovo bando: AURICOLI DA RUMORE


Al bisogno di diminuire l’intensità della luce, di proteggere gli occhi da una luminosità troppo forte, si è da tempo provveduto con molti sistemi, fra i quali spicca l’uso degli occhiali da sole. Oggetto di uso comune, così comune che da strumento soltanto utile, è diventato oggetto di vanità, di attenzione da parte delle firme più famose del design, status symbol, vezzo, vizio. Ma indubbiamente è un bisogno quello di difendersi dalla luce troppo intensa.
Nella nostra epoca, negli ultimi decenni, e nelle città in primo luogo, un altro organo di senso è
sottoposto a una stimolazione talvolta troppo forte. Si tratta dell’orecchio. I rapporti sull’inquinamento acustico nelle nostre città sono inquietanti. Peraltro i limiti imposti dalla legislazione all’intensità dei suoni sono indiscriminati e generalmente insufficienti a difenderci adeguatamente dalle sue conseguenze disastrose. Potrà diventare un bisogno, allora, per noi, l’utilizzo di un apparecchio che provveda, così come fanno gli occhiali da sole, a filtrare, invece della luce, il suono. E può diventare così utile ed urgente, che tale apparecchio non debba essere solo utile, così come lo è un paio di cuffie di quelle che usano i lavoratori sottoposti a stress acustico, ma debba essere gradevole da vedersi, oggetto di pregio e di vanità, così che possa essere indossato con piacere.
Sulla base di questo presupposto su un possibile futuro propongo a chiunque sia interessato a
collaborare di progettare un oggetto che risponda a questo scopo; apparecchi che abbiano forme
diverse, diversi gradi di filtraggio per i diversi bisogni. Presenteremo i modelli ideati e costruiti
appositamente per questa operazione, ed i progetti in una mostra presso il centro Rad'Art (Mercato Saraceno – Cesena Italia) e pubblicheremo l’intera collezione in un "catalogo" che illustrerà anche il senso dell’operazione. Ci riserviamo la possibilità di organizzare ulteriori mostre con questo materiale in Italia ed all'estero.
AURICOLI DA RUMORE è una operazione metaforica: gli oggetti e i progetti che verranno
presentati, pur funzionando, non saranno certamente indossabili con disinvoltura in questo presente.
Simularne il bisogno, inventandoci un oggetto di design, ha un senso soprattutto per far riflettere
sull'esistenza di un problema reale.
Ci teniamo a precisare, per evitare fraintendimenti, che non chiediamo necessariamente a chi
parteciperà un prodotto che sia “tecnologicamente soddisfacente”. L’area di azione è ancora
all’interno di un universo simbolico e poetico. A differenza della luce del sole, dalla quale ci
difendono gli occhiali, che è naturale ed ineliminabile, l’inquinamento acustico, dal quale gli
AURICOLI dovrebbero difenderci, è un problema squisitamente umano, e c’è da augurarsi che la
sua reale soluzione venga trovata attraverso altre strade.


COME PARTECIPARE


Spedite i vostri lavori (oggetti, prototipi, progetti e/o foto) insieme con una breve
spiegazione ed un breve curriculum vitae (in un supporto digitale, preferibilmente Word), a questo
indirizzo entro il 30 settembre 2012:
Bando Auricoli da Rumore (BAR)
FKL - Progetto Rad’Art / Associazione artéco
Casella postale 1227109
Ufficio postale di Piavola
Via Turati, 10
47025 Piavola di Mercato Saraceno (FC)
Simultaneamente spedite una email usando la form in questa pagina: http://www.arteco.org/auricoli_project/subscription.php?action=insert
dando il vostro nome, il titolo del lavoro, una breve presentazione ed un breve volstro curriculum.
Alla fine del processo di iscrizione, troverete un bottone paypal: per partecipare alla mostra ed al
catalogo di "Auricoli da Rumore", è necessario diventare membri della associazione culturale Artéco, pagando la quota di iscrizione di 20 euro. Sia FKL che Artéco sono associazioni assolutamente senza scopo di lucro ed ogni loro progetto ha bisogno del supporto dei partecipanti.
Per maggiori informazioni, non esitate a contattarci:
Francesco Michi, coordinatore per l'Italia di FKL (Forum Klanglandschaft): michi@arteco.org
Anton Roca, direttore artistico di The Rad’Art Project roca@arteco.org
Altre informazioni sui siti web:
www.paesaggiosonoro.it
www.rad-art.org
I materiali inviati NON VERRANNO RESTITUITI; diverranno parte della collezioni del centro di docomentazione Rad’Art (CeDR’A), curatodall'Associazione Artéco.

 

 

THE HISTORY OF “AURICOLI”: 
15 years ago, in 1997, we organized an exhibition called “AURICOLI DA RUMORE” and we invited 
some artists and designers, to send a contribution, an object, a piece of handicraft, to participate on it. 
We asked them to imagine a device which could defend us from excessive noise or sound, as 
somehow similar to the sunglasses that defend us from excessive light: we asked to imagine
something like an accessory, a nice object to be worn. 
The exhibition was realized at Firenze, as part of a festival of experimental music and art named 
“INCONTRI MUSICANICI”. 
After 15 years, we want to start again with this project. So we are publishing a new call for 
participation, since we are convinced that sound pollution is still a hot topic. 
Here is our new call for participation: 
AURICOLI DA RUMORE: THE CALL: 
There are many ways to defend us from too high an intensity of light, the most popular is the use of sunglasses. 
This is a very common object, which initially was maybe just a useful object, but, with time, has
become a “vanity object”, habit, vice, and many famous stylists started designing them.
However, undoubtedly, defending ourselves from too intense light is a real need, and, sometimes, a matter of surviving. 
Now, in these last decades, especially in our cities, there is another sense organ, which is subjected to an excessively strong stimulation: our ears. 
The reports about the acoustic pollution in our cities are worrying, and the limitations to the intensity of noise which the laws impose, are indiscriminate and generally not sufficient to defend us adequately from the dangerous consequences. 
It may be necessary, thus, to use a device which provides a filter to sounds, as the sunglasses filter light. 
It could become also necessary and urgent to design such devices not only considering their 
usefulness, as in the case of the ear muffs which defend the workers from acoustic stress, but also considering their “design". 
They could be a precious and fashion object, which could be worn with pride, pleasure, enjoyment.
Starting from the vision of such a possible future, we are proposing to everyone interested in 
collaborating, to design or build an object which can be used for this purpose: defend our ears; 
objects with different shapes, with different filtering degrees for different needs.
We will present these purposefully designed and built prototypes in an exhibition in December 2012 at Rad'Art (Mercato Saraceno), and we will publish the full collection in a “catalogue”, which will also explain the sense of this operation. 
FKL and Artéco reserve the possibility to organize, with the collected materials, further exhibitions, in Italy and abroad. 
AURICOLI DA RUMORE is a metaphorical operation: the objects we will exhibit, even if they actually 
work, won't be easily wearable at this moment. By simulating such a need, and designing such an 
object, we mainly intend to make us think about the existence of a real problem.
We wish to point out that we are not asking for a technologically efficient object: we are staying within a symbolic and poetic universe. The sunglasses defend us from sunshine, which is a natural thing, and cannot be eliminated.
The Auricoli da Rumore, instead, should defend us from acoustic pollution, which is a typically 
human problem, and we wish that its solution will follow also different and more radical ways.


HOW TO PARTICIPATE


Please, send your work (objects, prototypes, projects and/or photos), together with a short 
explanation and a short curriculum vitae (in digital support, preferably Word), to this address within 09.30.2012, 
Bando Auricoli da Rumore (BAR)
FKL - The Rad’Art Project / Artéco association 
Casella postale 1227109 
Ufficio postale di Piavola Via Turati, 10 47025 Piavola di Mercato Saraceno (FC)


Simultaneously send an email using the form at this web address: http://www.arteco.org/auricoli_project/subscription.php?action=insert 
giving your name, the title of your work, a very short presentation and a very short curriculum.
At the end of the submission process, you will find a paypal button: in order to participate in "auricoli da rumore" exhibition and catalogue, you have to become a member of Arteco Association paying a membership fee of 20 euros. Both FKL and Artéco are absolutely no profit organizations, and each project of them needs the support of the participants.


To get any kind of information, please don’t hesitate to contact us: 
Francesco Michi, Italian coordinator FKL (Forum Klanglandschaft): michi@arteco.org 
Anton Roca, art director The Rad’Art Project roca@arteco.org


Further information on the web sites: 
www.paesaggiosonoro.it 
www.rad-art.org
Collected materials WILL NOT BE RETURNED to senders; they will become part of the collection of Rad’Art Documentation Centre (CeDR’A), managed by Artéco association.

Articoli correlati: