SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Preoccupati del significato, e il bel suono verrà da sé.

Lewis Carroll

Potenza_SoundScapeS Stefano Zorzanello - intervista

Declinazione sonora di risveglio cittadino

img

 

Stefano Zorzanello è una strano tipo di catalizzatore di esperienze musicali nel suo "volver a sur" dalla natia Vicenza ha attivato, promosso e partecipato a decine di "situazioni" sonore. Ultimissima in ordine di tempo la collaborazione con Art Factory Basilicata promotrice di Potenza_SoundScapeS per la valorizzazione e la sensibilizzazione acustica nel territorio di Potenza.


"Quando Luigi Catalani e Pietro Sacco mi hanno proposto di mettere appunto un progetto che valorizzasse il contesto sonoro - dice Zorzanello - ho pensato che potesse essere un ottima opportunità avviare un progetto laboratoriale coinvolgendo un'intera cittadinanza, un territorio, in sinergia con adulti e bambini e non solo con le istituzioni".

img

Ma in realtà non è la prima volta che ti occupi di queste tematiche

Si con SSRRG abbiamo avviati diversi progetti di intervento sul territorio, come ad esempio nella città di Catania La città in ascolto Tuttavia in questo potenza SoundScapeS si svilupperà come un processo collettivo di consapevolezza acustica con valenza di gioco, esplorazione e performance.

Come saranno organizzati i due laboratori?

Quello dei bambini delle scuole elementari sarà curato da me e Cecilia Alemagna architetto e insegnante ricercatrice all'Università di Palermo ed è orientato all'inserimento del suono all'interno dei più comuni giochi per bambini, da moscacieca a nascondino al fine di valorizzare l'udito e l'ascolto all'interno dei meccanismi di sviluppo psicomotorio. I giochi sonori e la produzione di piccoli strumenti per l'imitazione dei fenomeni naturali, pioggia, vento, onde e saranno poi utilizzati per l'animazione di una storia molto legata all'integrazione tra suono e paesaggio: il mito di Pan.

Albert Mayr invece la affiancherà nel workshop con gli adulti

Ci è sembrato giusto valorizzare l'esperienza pionieristica di Albert Mayr nello studio del paesaggio sonoro, in un contesto intellettualmente più pronto a recepire le implicazioni estetiche e ambientali dello studio e dell'osservazione del paesaggio sonoro. In realtà a questa parte del programma parteciperanno persone dai 5 anni in su. Quindi non adulti in senso stretto ma tutti coloro che possono a vario titolo essere incuriositi da un approccio "acustico" alla realtà. Pur valorizzando le tematiche analitiche dell' analisi del soundscape, vogliamo offrire un taglio di comunicazione che valorizzi l'esperienza personale attraverso animazioni sonore e valorizzazioni del carattere interpretativo.

img

I laboratori confluiranno idealmente nella realizzazione di una visionaria performance / gioco collettivo: A dip in the Lake (1978) di John Cage. Perché questa scelta?

A dip in the lake tematizza e sintetizza la poetica della soundwalk e del walkscape, e immagina "il percorso" e quindi il movimento come danza e come suono. La musica è continua, solo l'ascolto è intermittente. A Dip In The Lake ci porta ad ascoltare la città, come peraltro non faremmo mai, esattamente in quel modo, sottomettendoci a scelte non dipendenti dalla nostra volontà, ma alle quali liberamente aderiamo per sottrarci a nostra volta al mito stesso della volontà.

Come sarà organizzata la performance?

Verranno individuati con procedimenti casuali 427 punti sul territorio che saranno raggruppati in 10 gruppi da 2 sessantuno da tre e cinquantasei da quattro. Due tre e quattro sono naturalmente riferimenti agli andamenti ritmici più comuni della musica occidentale. Gli "itinerari" potranno essere percorsi con qualsiasi mezzo. A dip in the lake, destinato a performer(s) o ascoltatore(i) o creatore(i) di audio registrazioni è una "partitura" che consente di far emergere il sonum loci. Attraverso un andirivieni sul territorio si disegnerà così virtualmente una mappa stocastica di Potenza che farà emergere un ritratto sonoro della città.

I punti sonori saranno udibili on line attraverso le mappe satellitari di Google dal 25 luglio in poi.

 

 

per la partecipazione al workshop a cura di Albert Mayr e Stefano Zorzanello scaricare il bando sul sito Potenza_SoundScapeS o qui

Allegati

Articoli correlati: