SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Ciò che non posso sentire non esiste.

Trevor Wishart

Accordi e disaccordi

di Woody Allen

img

Attraverso le vicende del chitarrista immaginario, Emmet Ray, Allen costruisce un falso-documentario che è un omaggio al genio di Django Reinhardt.

Sweet & lowdown, il titolo originale è un film del 1999. Un mockumentary che Woody Allen gira con lo stesso spirito che aveva ispirato Prendi i soldi e scappa (1969) o  Zelig (1983) solo che in questo caso c'è un costante riferimento ad un personaggio realmente esistito.

La vicenda  è presentata da una serie di personaggi che parlano in stile testimonianza per documentario con voce asciutta e volto in primo piano. In questi camei in cui si alternano a parlare di Emmet Ray oltre a Woody Allen anche Nat Hentoff esperto storico del jazz. Alle loro ricostruzioni e ai loro aneddoti si alternano le scene del racconto filmico.

Emmet Ray è ossessionato dal fatto di essere il "secondo chitarrista jazz più bravo al mondo". Il primo, naturalmente è Django verso cui Emmet nutre sentimenti ambigui di invidia, adorazione e competizione.

 

img

La colonna sonora si basa su grandi classici del jazz anni ‘30 arrangiati e diretti da Dick Hyman (storico collaboratore di Allen) ed eseguiti da Howard Alden alla chitarra solista e Bucky Pizzarelli alla chitarra ritmica.

Ad esclusione di "Unfaithful Woman" e "3:00 Blues" che sono brani originali composti da Dick Hyman, utilizzati per rallentare il ritmo e orientare lo sguardo alla contemplazione e l'introspezione, (senza tuttavia trascurare di offrire uno spazio di valorizzazione delle abilità tecniche dei musicisti).

Tutta la colonna sonora ha brani di grande impatto e suggestione come "I'll See You in My Dreams" e "Caravan" mentre la musica di Django è percepita da supporto (Nella sua ossessione Emmet Ray  ascolta continuamente la musica di Reinhardt). Accordi e disaccordi è un omaggio al jazz e ai ruggenti anni in cui disperazione e depressione faceva rima con improvvisazione nella vita e nella musica. La storia di Emmet è una vicenda di squallore e di auto sabotante narcisismo, e alla fine i personaggi si dissolvono ma resta prepotente la musica.

Per l'occasione Sean Penn imparò a suonare dando la possibilità a Allen di fare inquadrature complete. La musica è un ritmato controcanto alle difficoltà esistenziali del protagonista. In realtà la chitarra di Alden è l'anima del personaggio di Penn e riesce a frenare la freschezza e l'abilità tecnica per rappresentare lo stile di chitarrista immaginario che ha tutta la tecnica per essere il migliore del mondo ma gli mancano la libertà e l'anima.

 

img

 

Titolo originale: Sweet and Lowdown

Nazione:           Usa

Anno:               1999

Genere:            Commedia

Durata:             1h e 35'

Regia:              Woody Allen

 


Articoli correlati: