SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
L'unica autentica musica è sempre esistita nei rumori della natura. Il suono armonioso del vento negli alberi, il ritmo delle onde marine, il timbro delle gocce di pioggia, dei rami spezzati, dell'urtarsi delle pietre, dei vari gridi di animali costituiscono per me la vera musica.  

Oliver Messiaen

Accordi e disaccordi

di Woody Allen

img

Attraverso le vicende del chitarrista immaginario, Emmet Ray, Allen costruisce un falso-documentario che è un omaggio al genio di Django Reinhardt.

Sweet & lowdown, il titolo originale è un film del 1999. Un mockumentary che Woody Allen gira con lo stesso spirito che aveva ispirato Prendi i soldi e scappa (1969) o  Zelig (1983) solo che in questo caso c'è un costante riferimento ad un personaggio realmente esistito.

La vicenda  è presentata da una serie di personaggi che parlano in stile testimonianza per documentario con voce asciutta e volto in primo piano. In questi camei in cui si alternano a parlare di Emmet Ray oltre a Woody Allen anche Nat Hentoff esperto storico del jazz. Alle loro ricostruzioni e ai loro aneddoti si alternano le scene del racconto filmico.

Emmet Ray è ossessionato dal fatto di essere il "secondo chitarrista jazz più bravo al mondo". Il primo, naturalmente è Django verso cui Emmet nutre sentimenti ambigui di invidia, adorazione e competizione.

 

img

La colonna sonora si basa su grandi classici del jazz anni ‘30 arrangiati e diretti da Dick Hyman (storico collaboratore di Allen) ed eseguiti da Howard Alden alla chitarra solista e Bucky Pizzarelli alla chitarra ritmica.

Ad esclusione di "Unfaithful Woman" e "3:00 Blues" che sono brani originali composti da Dick Hyman, utilizzati per rallentare il ritmo e orientare lo sguardo alla contemplazione e l'introspezione, (senza tuttavia trascurare di offrire uno spazio di valorizzazione delle abilità tecniche dei musicisti).

Tutta la colonna sonora ha brani di grande impatto e suggestione come "I'll See You in My Dreams" e "Caravan" mentre la musica di Django è percepita da supporto (Nella sua ossessione Emmet Ray  ascolta continuamente la musica di Reinhardt). Accordi e disaccordi è un omaggio al jazz e ai ruggenti anni in cui disperazione e depressione faceva rima con improvvisazione nella vita e nella musica. La storia di Emmet è una vicenda di squallore e di auto sabotante narcisismo, e alla fine i personaggi si dissolvono ma resta prepotente la musica.

Per l'occasione Sean Penn imparò a suonare dando la possibilità a Allen di fare inquadrature complete. La musica è un ritmato controcanto alle difficoltà esistenziali del protagonista. In realtà la chitarra di Alden è l'anima del personaggio di Penn e riesce a frenare la freschezza e l'abilità tecnica per rappresentare lo stile di chitarrista immaginario che ha tutta la tecnica per essere il migliore del mondo ma gli mancano la libertà e l'anima.

 

img

 

Titolo originale: Sweet and Lowdown

Nazione:           Usa

Anno:               1999

Genere:            Commedia

Durata:             1h e 35'

Regia:              Woody Allen

 


Articoli correlati: