SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
Poco importano le note in musica, contano le sensazioni che esse producono.

Leonide Pervomaiski

Doink Doink il suono della giustizia

Law & Order

img

Un rumore secco e "clanglante" di un cancello di ferro che sbatte e si chiude inesorabilmente. Un suono come di due crome che scandiscono il racconto: non ci si può sbagliare è Law & Order il serial piu longevo della tv americana, in onda dal 13 settembre 1990 tradotto in diverse lingue e con diversi spin off.


La serie doveva essere ambientata a Los Angeles, ma poi il suo autore Dick Wolf (Miami Vice, Masquerade, Twins Tower) decise di trasferirla a New York.

E' registrata come fosse un documentario che segue il percorso della giustizia, dalle indagini coordinate da un team di investigatori, al procedimento forense condotto dallo studio del procuratore che si occupano di far condannare l'imputato in tribunale.

 

img

I cambi di scena sono annunciati brechtianamente da cartelli (schermo nero con scritte bianche che indicano luogo data e ora dell'evento di cui si andrà a raccontare) e scanditi da un suono caratteristico che molto prosaicamente l'attore Richard Belzer ha battezzato "the Dick Wolf Cash Register Sound". E in effetti sembra anche a noi che senza quel suono Law & Order perderebbe di personalità, di incisività. Il meccanismo è inesorabile e infallibile, puntata dopo puntata i ruoli si giocano nello stesso modo. Non c'è pietà per chi ha sbagliato, al massimo qualche patteggiamento. La giustizia colpisce inseorabilmente come due colpi secchi.
Alla creazione di questo oggetto sonoro sembra abbia partecipato Mike Post, autore della sigla. Secondo IMDb.com, "e' stato creato con una combinazione di una dozzina di suoni compreso il calpestio di un gruppo di monaci sul pavimento". Gli attori (e a quanto pare in particolare particolare Dann Florek) però lo chiamano semplicemente "doink doink" ed è così che potete trovarlo su internet se volete avere questa cifra sonora sul vostro cellulare o per caratterizzare le sonorità del vostro Pc.

img

A rendere più drammatico l'effetto sonoro del "doink doink", l'assoluta mancanza di commento musicale nel telefilm. I dialoghi sono serrati, continui e contigui, senza pausa. L'intonzione drammatica (mf /f) è senza enfasi (esclusi a volte i racconti delle vittime). Tutto è equilibrato con il distacco di un docufiction. Le storie sono scolpite con il rigore dorico che abbellisce le aule di giustizia americane. Ogni musica, ogni pausa, ogni effetto sonoro rappresenterebbe un cedere ad eccessiva indulgenza o al sentimentalismo.

Le conversazioni, i dialoghi, le indagini, gli interrogatori della polizia della procura e degli avvocati sono dati sonori registrati nella memoria della Giustizia che racconta se stessa attraverso le sue propaggini attive, il diritto e l'ordine, Law & Order, il poliziotto e il giudice/pubblico ministero. Nessuna esitazione chi sbaglia paga: "doink doink"

' '

Articoli correlati: