SOUNDAY TIMES


Pubblicazione sul mondo del sound design
L'architettura è musica nello spazio, una sorta di musica congelata.

Friedrich W. Joseph von Schelling

RjDj: re-attivismo musicale

img

Tra le applicazioni musicali iTouch provate personalmente e trovate particolarmente interessanti, non possiamo non menzionare RjDj (Reactive Jokey DJ).

Si tratta di un'applicazione pensata per creare musica reattiva, o meglio, un sistema che riproduce musica connessa alla vita reale attraverso i sensori del ipod/iphone.

Per chi ancora non lo sapesse un ipod/iphone touch non è solo sensibile al tocco su tutte le zone dello schermo ma possiede un magnetometro che manda valori sugli assi x, y, z (orizzontale, verticale, diagonale), un accellerometro e ovviamente un microfono.

Queste caratteristiche hardware hanno fatto capire a Michael Breidenbruecker, fondatore di RdDj, che era finalmente arrivata la piattaforma giusta per far "suonare" un'idea su cui stava lavorando da un po' di tempo e che, interamente basata su puredata, non possedeva ancora quella portabilità che le serviva. Così, insieme a Gunter Geiger e da principio pochi altri, ha iniziato a mettere su una comunità di "utenti sviluppatori" che migliora e allarga le possibilità di questo strumento ogni giorno.

 

 

_ _

Rjdj è basato su scene. Ogni scena ha delle caratteristiche che permettono di creare suoni attraverso il tocco, il respiro, il movimento, il canto o i rumori esterni che, captati dal microfono possono essere trasformati nelle identità più svariate. Alcune scene sono orientate musicalmente, nel senso che possiedono dei forti riferimenti alla musica dance, techno, minimal, etc, altre cercano di portare l'attenzione al paesaggio sonoro e le sue trasformazioni in tempo reale. Le possibilità sono comunque infinite perché puredata è il cuore di questo programma. Per creare una scena si usa infatti puredata insieme al RjDjComposerPack che comprende degli external appositamente sviluppati per sfruttare i sensori delle apparecchiature iTouch e il RjzServer che ci consente di trasferire le nostre scene su ipod/iphone per verificarne la funzionalità.

 

img

A questo punto potete mettere la vostra scena a disposizione degli utenti che utilizzandola potranno registrare dei brani da mettere anch'essi in condivisioni in vista di una prossima compilation di brani realizzati con RjDj. Noi abbiamo subito provato l'applicazione e abbiamo sperimentato le funzionalità del touchscreen nella nostra prima scena dalle sonorità elettroniche anni '50. Provatela!

 

 

 

Articoli correlati: